Archivio della categoria: Eventi & More

Gli eventi sono sempre i benvenuti in un’azienda giovane e dinamica come la B-Rent.

benevento-napoli

Derby campani: B-Rent e la storia del calcio Regionale

B-Rent, sponsor tecnico del Benevento Calcio, ha partecipato attivamente al derby campano tra i giallorossi di De Zerbi e gli azzurri di mister Sarri. Il marchio dell’autonoleggio che nasce il Campania, per poi espandere a macchia d’olio la propria presenza su tutto il territorio nazionale, ha fatto da cornice a bordo del campo che ha visto un’altra vittoria azzurra nel girone di ritorno del campionato di Serie A Tim. E proprio per celebrare il legame che B-Rent ha con la sua terra di origine abbiamo deciso di operare un excursus di tutti i derby campani della serie A.

Benevento – Napoli

Non c’è storia, in duplice senso: un incontro che ha il suo solo precedente il 17 settembre scorso, immediatamente dopo l’ascesa della squadra sannita in massima serie, quando all’interno di un San Paolo gremito, gli azzurri mettevano a segno un cocente 6-0. La partita di ritorno, disputatasi la scorsa domenica 4 febbraio che per i Beneventani è stata anche occasione per celebrare la giornata giallorossa, ha confermato il Napoli Capolista con i due gol al 20esimo e al 47esimo rispettivamente di Dries Mertens e del Capitano Marek Hamsik.

Avellino- Napoli

Le due squadre si sono affrontate in Serie A per ben 20 volte, tutte concentrate nel decennio 1978-1988. Il Napoli ha prevalso sui lupi 10 volte su 3, con un primato di 22 gol su 9 ed un totale di 7 pareggi.

Salernitana – Napoli

Il derby tra Salernitana e Napoli affonda le sue radici per le partite ufficiali, nella seconda metà degli anni quaranta. Ad onor del vero la Salernitana ha avuto modo anche negli anni venti di sfidare sia precedenti formazioni della città partenopea, come ad esempio il Naples, l’Internazionale Napoli e l’Internaples (da cui poi l’odierno Napoli), e sia successivamente la squadra riserve del Napoli, che intorno agli anni trenta militava nel terzo livello nazionale (come le squadre riserve di altri club italiani della massima serie). Tra la serie A e la Prima Divisione abbiamo assistito a 4 gare, 3 vittorie del Napoli ma con un solo gol di scarto (5 a 4) ed un pareggio.

carnevale-post

La settimana del Carnevale Italiano a Napoli, Roma e Milano

Tradizione e folklore, scherzi e risate, stelle filanti e coriandoli. Una volta lasciate alle spalle le festività natalizie l’Italia intera si prepara ad accogliere il giorno più divertente dell’anno: il Carnevale. Ogni regione ha le sue tradizioni enogastronomiche e culturali nonché un legame particolare ad una tipica maschera. E’ sempre una festa affascinante il Carnevale, che consente a grandi e piccoli di ritrovarsi in un’unica e comune atmosfera. Ecco perché vogliamo accompagnarvi in un viaggio che vi farà tornare tutti un po’ bambini, che si sviluppa da sud a nord in 3 tappe (Napoli, Roma e Milano) e vi mostrerà le bellezze di posti e tradizioni concettualmente diversi. Non perderti nessuna delle tre tappe, noleggia la tua auto con B-Rent a Napoli, Roma o Milano e goditi la settimana del Carnevale italiano!

Il Carnevale a Napoli

Il Capoluogo Partenopeo ospita la seconda edizione del Gran Ballo di Carnevale Settecentesco Napoletano nel prestigioso Palazzo Caracciolo di San Teodoro, un galà in costume per immergersi completamente nella magica atmosfera del XVIII secolo. Il settecento è il secolo dei salotti e il Carnevale, era considerato una delle feste maggiormente sentite dall’aristocrazia napoletana. Un tripudio di colori e suoni, vicoli che si popolavano di stranieri ed artisti, grandi balli in maschera nei più sfarzosi Palazzi dell’epoca. Palazzo San Teodoro rappresentava proprio uno di quegli appuntamenti, la sua storia infatti cammina di pari passo con l’evoluzione che la città ebbe sotto la spinta Borbonica. Per questa seconda edizione il tema del Gran Ballo sarà “L’arrivo di Johann Wolfgang von Goethe a Napoli” con momenti teatrali di rivisitazione storica del suo soggiorno in città. I gentili Signori e Signore partecipanti, rigorosamente in abito 700esco, saranno accolti dai maggiordomi di palazzo ed accompagnati nella prima stanza e seconda stanza, ove sarà possibile degustare pietanze storiche della tradizione settecentesca napoletana. Gli ospiti si uniranno poi ai performers di Visit Venezia, per danzare sulle note della musica barocca e rococò dell’Associazione Musicale Amici Del ‘700 Napoletano diretta dal Maestro Marco Traverso.

Le Maschere a Roma

Saltimbanchi e trampolieri animeranno invece il Carnevale Capitolino catapultando i partecipanti in un’atmosfera unica e surrealista. Quella del Carnevale di Roma è un vero e proprio viaggio nel passato che riporta in vita tradizioni antiche insieme allo splendore del futuro. Con le maschere nate dalla cultura popolare e i suoi carri realizzati con la tecnologia di oggi, il carnevale romano riesce a trasformare in realtà lo spirito allegro e chiacchierone del capoluogo laziale. Partendo dalla data in cui cadranno le due giornate principali del carnevale romano, ossia il giorno 8 febbraio per il giovedì grasso e il 13 febbraio per il martedì grasso imponenti carri allegorici si muoveranno per tutta la città, toccando le piazze più importanti, vie e contrade comprese. Ogni carro in genere interagisce con il pubblico, distribuendo dolcetti e a volte gadget di vario genere per la gioia di tutto e soprattutto dei più piccini.

Il Carnevale Ambrosiano

Il rito milanese si discosta da quello osservato nel resto d’Italia posticipando i festeggiamenti di quattro giorni: dal Martedì Grasso, celebrato dalla tradizione romana, al Sabato Grasso. L’origine di questa usanza viene fatta risalire dalla tradizione a una richiesta di Sant’Ambrogio, che avrebbe pregato i milanesi di attendere il suo ritorno da un pellegrinaggio prima di dare inizio alle celebrazioni della Quaresima. Anche quest’anno per il Sabato Grasso, il 17 febbraio 2018, gli oratori dell’Arcidiocesi di Milano e delle diocesi attigue torneranno a sfilare per le vie della città.
Per questa nuova edizione del Carnevale Ambrosiano il soggetto di travestimenti e costumi saranno gli insetti. In programma per la giornata di festa anche animazione, coreografie e canti. Per la realizzazione di allestimenti e costumi in vista del Carnevale Ambrosiano sono stati coinvolti direttamente i ragazzi degli oratori, che per le creazioni useranno materiali di recupero.

5-splendidi-posti-da-vedere-in-campania

Itinerari di Viaggio: 5 splendidi posti da visitare in Campania

Storia, monumenti e bellezze naturali: gli splendidi posti da visitare in Campania la rendono sicuramente il posto adatto ai viaggiatori più esigenti, un luogo dove poter accontentare ogni gusto e richiesta. I sei siti dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO sono, per la Campania, un bel biglietto da visita ma c’è un mondo da scoprire, fra coste e montagne spettacolari, feste e riti della tradizione senza dimenticare i borghi e la sua eccellente enogastronomia. Ecco perche il nostro itinerario oggi parte da questa splendida regione, legata anche alle origini di B-rent e del suo fondatore. Vi portiamo in viaggio in questa terra e cerchiamo di farvi scoprire 5 tra i posti belli da visitare in Campania.

I vicoli di Napoli e San Gregorio Armeno

Per vivere appieno il folklore della regione, una delle cose da vedere sono i vicoli del centro storico del suo capoluogo. Il cuore di Napoli è un susseguirsi di piazze, chiese, palazzi e guglie tra le più suggestive ed importanti. Passeggiando tra i suoi vicoli, spunta quello di San Gregorio Armeno, una via del centro storico di Napoli, conosciuta in tutto il mondo per le tipiche botteghe artigiane e i caratteristici negozi che realizzano presepi e addobbi per il Natale. Ogni anno, durante il periodo delle festività, la strada dei pastori riempie i suoi banchi di statuette, case, grotte e materiale per realizzare la rappresentazione della natività. Ma il suo fascino non sta tanto nei suoi mercatini di Natale quanto nel fatto che in quelle date un piccolo vicolo diventi la strada più affollata della città partenopea e forse, a giudicare anche dalle ultime stime, d’ Italia.

Posti da visitare in Campania: i siti Archeologici di Pompei ed Ecorlano i più belli

Se ti stavi chiedendo cosa vedere in Campania, uno dei primi luoghi che di sicuro merita di essere visitato è il sito archeologico di Pompei. L’eruzione del Vesuvio del 79 d. c. è stata per la città la sua rovina, ma nel futuro anche la sua fortuna. Infatti la lava del vulcano ne ha consentito l’eccezionale conservazione fino ai nostri giorni. Entrando nel sito, si può ancora camminare tra le strade lastricate della città romana ed entrare nella case dell’epoca. Tutto è rimasto come più di mille anni fa, anche se molte mura ed alcuni affreschi sono andati persi, il sito conserva tutta la tragedia umana dei suoi abitanti attraverso i calchi dei corpi che furono investiti dall’eruzione. Visitare queste rovine è davvero un’esperienza incredibile e una meta obbligata per tutti gli amanti di storia, della cultura e dell’archeologia. Un città ferma nel tempo, dove tutto sembra bloccato in una dimensione surreale. Le case, le strade, gli edifici pubblici, gli oggetti della vita quotidiana ed addirittura le persone sembrano serenamente addormentate sotto la polvere vulcanica. Pompei, insieme agli scavi di Ercolano ed Oplontis, fa parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Salerno e La Costiera Amalfitana sul podio tra i posti da visitare in Campania

Salerno è una città portuale a sud-est di Napoli. Sulla sommità del Monte Bonadies, l’antico Castello di Arechi regala scorci di panorami marini e ospita un museo di ceramica e monete medievali. La Cattedrale cittadina sorge sui resti di un tempio romano. I suo tratti distintivi solo i portali bizantini in bronzo, una cripta barocca e un altare in marmo. Presso il Giardino terrazzato della Minerva si coltivano piante medicinali fin dal XIV secolo. Nel periodo Natalizio la città offre invece uno splendido spettacolo di Luci, conosciute come “d’ artista”, che disegnano il giardino incantato della villa Comunale e non solo. Gli amanti dei paesaggi e dei piccoli borghi incastonati nella roccia non potranno fare a meno che fare una visita alla Costiera Amalfitana. Un luogo incantato, che offre degli scorci unici al mondo. Lungo la strada si susseguono baie, insenature e piccoli borghi che sembrano a picco sul mare. Le città più popolari sono Sorrento, Amalfi, Ravello, Vietri sul Mare e Positano che sono alcune delle preziose perle che compongono la collana di piccoli borghi della costiera. Dei presepi costruiti nella roccia, fatti di profumi, suoni ed una magia che solo qui si può trovare. La Costiera amalfitana assomiglia a questi luoghi nei quali è difficile risolversi tra quiete e movimento. Da Positano a Vietri sul Mare lo spettacolo che offre la Costiera amalfitana è tanto vario quanto incantevole. Al di là del panorama, poi, l’identità delle stesse località e la vocazione turistica cambiano profondamente di luogo in luogo. Si va dalla belle architettonica di Amalfi, alla vita di Positano, passando per gli agriturismi della zona più interna.

La Reggia di Caserta

Il monumento più conosciuto ed importante tra i posti da visitare in Campania. Un palazzo maestoso, oggo patrimonio UNESCO, circondato da immensi giardini che vi faranno sentire parte della corte reale. Il Palazzo Reale sorge sull’esempio di quello francese di Versailles, voluto da re Carlo di Borbone per manifestare la sua potenza e grandiosità. L’architetto incaricato fu Luigi Vanvitelli, che realizzò un palazzo sontuoso con 1200 stanze e 1742 finestre. Nella Reggia si possono visitare gli appartamenti reali, con le lussuose stanze, una volta abitate dai sovrani ed i saloni ricchi di capolavori di pregio. Molto suggestivi anche la Cappella Palatina ed il teatrino di corte. I giardini sono perfetti per trascorrere una giornata all’aria aperta immersi nel verde e nel susseguirsi di fontane e giochi d’acqua.

Benevento cose da vedere nella città campana

Nota anticamente non il nome di Maleventum, l’odierna cittadina di Benevento è un incantevole centro dell’entroterra urbano campano. E’ una città ricca di attrattive storico artistiche. In centro storico è possibile visitare lo splendido complesso del Duomo, costruito verso il XII sec e distrutto dai bombardamenti del 1943. La facciata si presenta aperta da arcate cieche e con loggia soprastante, nella quale ci sono frammenti romani, lapidi longobarde e sculture varie. Da non perdere una visita ai resti del Teatro Romano, voluto dall’Imperatore Adriano, oggi ancora ben conservato e utilizzato per varie rappresentazioni teatrali. L’Arco di Traiano fu eretto per celebrare il prolungamento della Via Appia da Benevento a Brindisi. Nella sezione archeologica troviamo alcune ceramiche daune, greche e italiche. Nella sezione numismatica è visibile la raccolta di monete auree appartenute al principato di Benevento. Una visita merita la Rocca dei Rettori, eretta nel 1321 per volere di papa Giovanni XXII. Suddivisa in tre grandi piani è oggi sede del Museo del Sannio. Per completare la visita di Benevento consigliamo una passeggiata al Ponte Leproso e al Ponte Valentino situato poco fuori della Città. Inoltre da non perdere la Villa dei Papi, i Palazzi nobiliari eretti tra Seicento ed Ottocento e la Chiesa barocca di San Bartolomeo.

world-travel-market-post

B-Rent la “ricetta partenopea” per il noleggio a breve e lungo termine

Napoli, Novembre 2017 – Consolidare l’offerta di noleggio a breve termine attraverso tour operator, agenzie di viaggi e intermediari, rafforzando il rapporto diretto con la clientela consumer e offrendo a quella aziendale un network capillare distribuito su tutto il territorio nazionale; con un’apertura significativa ai servizi di noleggio a lungo termine per aziende, partite Iva e privati.
Sono queste le principali direttrici del piano nazionale di espansione annunciato da B-Rent in occasione della partecipazione al World Travel Market (WTM), la fiera-evento internazionale di riferimento per il settore del turismo in programma dal 6 all’8 novembre a Londra.
Nella locazione auto a breve e a lungo termine B-Rent, azienda partenopea attiva su tutto il territorio italiano dal 2011 e guidata dal CEO e fondatore Vincenzo Brasiello, è oggi protagonista di un forte sviluppo: negli ultimi 3 anni, grazie anche ad ambiziosi obiettivi di crescita, B-Rent ha registrato un incremento del giro d’affari del 230% che la porterà chiudere il 2017 con 6,8 milioni di euro di fatturato e a porsi come alternativa made in Italy ai tradizionali player multinazionali del settore. Rosee sono anche le previsioni per i prossimi tre anni per i quali si stima una crescita del business del 620%.
Il World Travel Market ha costituito per l’azienda l’occasione per consolidare i rapporti con tour operator e intermediari e per anticipare le linee di sviluppo e le novità strategiche e tecnologiche in “rampa di lancio” sul mercato.
Per raggiungere gli obiettivi attesi, infatti, B-Rent ha approntato un piano di attività che avrà come principale obiettivo il rafforzamento del rapporto con la clientela consumer e con quella corporate. Diverse le novità programma. Entro fine anno sarà online un nuovo portale, progettato in base ai più moderni criteri di usabilità e sicurezza, con l’obiettivo di fornire in modo immediato e trasparente al driver tutte le informazioni di cui necessita per prenotare la propria vettura. Entro la stessa data l’azienda lancerà un innovativo servizio di web check-in, accedendo al quale l’utente prenoterà la vettura da noleggiare, ricevendo indicazioni anche sul relativo numero di targa e, al momento del ritiro, potrà prelevarla evitando code al desk.
Nei prossimi mesi al rinnovamento dell’offerta digitale si affiancherà anche un rafforzamento della flotta e della presenza nei centri nevralgici per l’offerta turistica e business del nostro Paese, con le nuove aperture di punti vendita nelle principali stazioni e aeroporti nazionali.
Oggi B-Rent può contare su un network che affianca alla presenza nei principali centri cittadini quella in posizioni strategiche, come ad esempio nelle stazioni ferroviarie di Napoli, Milano, Roma Termini e Salerno e presso gli hub aeroportuali di Capodichino, Milano Malpensa, Milano Linate e Olbia. Obiettivo dei prossimi 15 mesi è la copertura dell’intera tratta dell’alta velocità, da Firenze a Verona passando per Bologna e Venezia e l’ingresso negli aeroporti di Fiumicino, Orio al Serio, Torino, Catania e Venezia.
“In un mercato del rent-a-car sempre più orientato alla ‘guerra sui prezzi’, i punti di forza della nostra offerta”, evidenzia Maurizio Corvino – Direttore Commerciale di B-Rent, “sono servizi flessibili e modulabili sulla base delle reali esigenze di mobilità del cliente, con pacchetti che vanno da un giorno a oltre i 3 anni, e una flotta full liners che può contare anche su furgoni, moto, veicoli luxury, ibridi ed elettrici”.
L’offerta di servizi dell’azienda si è, infatti, arricchita da quest’anno di uno specifico team commerciale focalizzato esclusivamente sull’offerta di noleggio long term che ha riscontrato da subito un forte interesse di piccole e medie imprese e partite IVA del territorio spesso spinte verso la locazione dai crescenti costi di gestione (su tutti i premi assicurativi) del bene auto. Obiettivo dei prossimi 15 mesi è raggiungere i 2.000 contratti.

anticipazione-world-travel-market-post

B-Rent partecipa al World Travel Market (Londra, 6-8 novembre)

Napoli, Ottobre 2017 – B-Rent partecipa al World Travel Market (WTM), la fiera-evento internazionale di riferimento per il settore del turismo in programma dal 6 all’8 novembre a Londra; in occasione della manifestazione B-Rent renderà noto il piano nazionale di espansione nell’offerta di servizi di renting per imprese e privati.
L’azienda partenopea di locazione auto a breve e a lungo termine, attiva su tutto il territorio italiano dal 2011, sarà presente al WTM con un proprio stand (GV484 – ExCel Center) e nei tre giorni di rassegna promuoverà incontri con partner, media e stakeholder nazionali ed internazionali.
“Parteciperemo per la prima volta da protagonisti a questa manifestazione che riveste una rilevanza strategica mondiale per il mercato del turismo”, commenta il CEO e fondatore Vincenzo Brasiello, “a testimonianza della maturità raggiunta dall’azienda nelle attività di rent-a- car e della volontà di confrontarsi con gli altri attori e stakeholder del mondo del turismo. L’evento costituirà l’occasione per consolidare i nostri rapporti con tour operator e intermediari e per anticipare le linee di sviluppo sui consumer e sulla rete corporate che intendiamo perseguire e le novità strategiche e tecnologiche che stiamo per lanciare sul mercato per rafforzare la nostra offerta di servizi nel noleggio a breve e lungo termine”.

Per informazioni: Marco Catino – Ufficio Stampa, [email protected]

benevento - roma

Il Benevento ospita la Roma per la quinta di campionato

A soli 3 giorni dalla cocente sconfitta contro il Napoli di Maurizio Sarri, il Benevento si appresta ad ospitare la Roma di Di Francesco, forte della bella vittoria contro l’Hellas Verona di domenica scorsa. Il tecnico pescarese sembra averci preso gusto col turn over e pare avere in mente nuovi cambi per la sfida campana: in difesa dovrebbero rivedersi Juan Jesus e Bruno Peres (fuori Fazio e Florenzi), a centrocampo dovrebbe tornare Strootman (per Pellegrini) e in attacco Defrel (al posto di Under). Ma c’è la possibilità che l’ex Sassuolo sia in vena di sorprese. Le porte dello stadio Vigorito si riaprono dunque ai giallorossi ufficialmente alle 18, quando il fischio d’inizio di Fabbri darà il via ad un mach sospeso ben 83 anni fa. Si perché chi pensa che sia un incontro senza precedenti si sbaglia di grosso: il 16 settembre del 1934, la compagine guidata da Halmos sfidò i capitolini per preparare al meglio il campionato di Prima Divisione. La sfida non vide mai la fine, a causa della pioggia insistente che costrinse il direttore di gara a sospenderla. Riprende tutto da lì quindi, ma su un nuovo campo e tutto nelle mani degli 11 che mister Baroni deciderà di schierare in campo: il tecnico sembra intenzionato a lanciare dall’inizio Letizia e Memushaj, davanti anche Puscas potrebbe avere una chance. I tifosi ci credono e il Benevento deve cominciare a muovere punti in classifica. Approfittando dell’assenza di Florenzi magari, annunciata in conferenza da Di Francesco, per un problema al tendine sinistro. E proprio Di Francesco sul Benevento ha dichiarato: «Se lo guardiamo solo nell’ultima gara vedremo una squadra allo sfascio. Io l’ho visto contro il Torino, la Sampdoria e il Bologna e penso abbia perso immeritatamente. È una squadra organizzata, ha giocato sempre con il 4-4-2 ho letto che cambierà, ma noi vogliamo portare un risultato positivo. Non dobbiamo sottovalutarlo». Ed è proprio la fame di punti che il Benevento deve utilizzare per assumere il giusto atteggiamento in campo. Baroni potrebbe dover fare a meno di Antei, uscito malconcio dal match del San Paolo ma la speranza è quella di recuperare Iemmello mentre Ciciretti e D’Alessandro sono ancora indisponibili. Ecco quindi le probabili formazioni:

BENEVENTO (4-4-2): Belec; Venuti, Lucioni, Djimsiti, Letizia; Lombardi, Cataldi, Memushaj, Lazaaar; Armenteros, Coda. A disposizione: Brignoli, Antei, Di Chiara, Gyamfi, Gravillon, Del Pinto, Chibsah, Viola, Iemmello, Parigini, Puscas, Brignola.

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Strootman, Gonalons, Pellegrini; Perotti, Dzeko, El Shaarawy. A disposizione: Skorupski, Lobont, Fazio, Moreno, Peres, De Rossi, Gerson, Nainggolan, Under, Defrel, Schick.

Tutto pronto dunque per la quinta giornata di campionato di Serie A: una partita tutta giallorossa tra due squadre dagli obiettivi completamente opposti. I campani a caccia del primo punto stagionale in massima serie e gli undici di Di Francesco che vogliono ripetere l’ottima prova di sabato sera col Verona per non distanziarsi dalla vetta. Una sfida che promette spettacolo, e noi di B-Rent saremo lì a godercela in prima e seconda fila! Seguiteci!

napoli-benevento

Il Derby campano dopo 29 anni

Primo derby campano dopo 29 anni al san Paolo tra gli azzurri del Napoli e i giallorossi del Benevento nella quarta giornata di campionato di serie A. Alle 15 dopo il fischio di inizio ad opera di Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia, designato come arbitro del derby, il Napoli si rituffa in campionato per allungare in vetta alla classifica reduce dalla sconfitta di Champions contro lo Shakhtar: gli azzurri sono a caccia del record di 9 vittorie consecutive di fronte ad un Benevento ancora purtroppo fermo a zero punti ma con grande voglia di riscatto. Attenzione, coraggio ed intensità: sono questi i valori che Mister Baroni ha invocato nel suo intervento in conferenza stampa. L’obiettivo sarebbe dunque almeno un pareggio: «Sarà un Benevento che proverà a fare risultato. Non sarà facile, ma sono proprio queste partite quelle belle da giocare, contro dei grandi campioni. Il Napoli ha entusiasmo e ha trovato un filo conduttore, ma noi dobbiamo guardare in casa nostra e correggere le cose che ci permetteranno di fare risultato. Le sconfitte non hanno diminuito la nostra voglia». Queste le dichiarazioni di Baroni che però perde il suo goleador del momento, Ciciretti. Tenuti fuori anche Memushaj in maniera precauzionale, D’Alessandro per i postumi di una contusione della gara contro il Torino, Iemmello, alle prese con una infiammazione al tendine rotuleo. Lazaar ha avuto un fastidio al tallone dopo aver cominciato il riscaldamento, mentre Venuti accusa un leggero fastidio alla caviglia. Costa invece rischia l’indisponibilità per le prossime due partite ma si conta di recuperarlo per il match contro il Crotone. Le scelte di Sarri saranno invece figlie del minutaggio di Champions, tornano dal 1′ Allan, Jorginho e Mertens, in panchina nella trasferta ucraina. Zielinski potrebbe far tirare il fiato ad Hamsik, chance di panchina anche per Insigne. Un derby che promette spettacolo, tanto da spingere il Benevento a richiedere alla Questura di Napoli un ampliamento dei posti a disposizione dei tifosi giallorossi al San Paolo. Richiesta respinta in una nota della questura stessa, che ha spiegato che non si ritiene opportuno autorizzare un incremento dei posti, in quanto, non essendovi incontri precedenti tra le due compagini, non si possono escludere intemperanze tra le due tifoserie. Ma sono passati 29 anni dall’ultimo derby e in Campania non può che trionfare il bel calcio e lo spirito sportivo.

Ma c’è anche un altro motivo per seguire questa quarta giornata di campionato: lo spot B-Rent sarà proiettato su tutti i canali Mediaset Premium 10 minuti prima dell’inizio di tutte le partite di serie A, anticipi e posticipi compresi!

roma-Chapecoense

Roma – Chapecoense, gara di solidarietà

I valori di solidarietà e fratellanza sempre vivi nel cuore della Capitale. È stato questo il senso del mach che si è disputato venerdì scorso all’ Olimpico tra la squadra di Di Francesco e i brasiliani della Chapecoense. Alla presenza del sindaco Virginia Raggi e davanti agli occhi visibilmente emozionati di Francesco Totti, che per l’ occasione ha ricevuto anche dal presidente della squadra brasiliana una maglia della Chapecoense e una targa commemorativa, si è dunque celebrato un omaggio alla squadra di Santa Catarina, ‘cancellata’ lo scorso 28 novembre dalla caduta del volo LaMia 2933 nei pressi di Medellin in cui persero la vita 71 dei 77 passeggeri a bordo, di cui 19 della squadra brasiliana. Tra i sei sopravvissuti tre soli calciatori: Alan Ruschel, in campo con la fascia da capitano al braccio e in gol anche lui dal dischetto, Neto, e Jakson Follman che dopo aver perso la gamba nella sciagura è diventato ambasciatore del club e in campo dà il simbolico calcio d’inizio alla serata di festa. Tra gli appalusi dei circa 10 mila spettatori dell’Olimpico è Fiorenzi, di nuovo in campo dopo l’ infortunio, a sbloccare il primo tempo con un gol dal dischetto. Il raddoppio arriva con Perotti e ancora di Antonucci su rigore, il 3-0 prima dell’intervallo. La ripresa si apre poi con la doppietta dello stesso Antonucci, ma soprattutto col tiro dagli undici metri di Alan Ruschel, il ‘sopravvissuto’ che dopo il gol indica il cielo dedicando la rete ai compagni scomparsi. Al di là del risultato in campo però la Roma esce campionessa in solidarietà, avendo deciso, anche con il sostegno delle istituzioni, di devolvere l’intero ricavato dell’ amichevole alla squadra carioca. “Todos Juntos”, dunque, esattamente come si legge sulla maglia simbolo della Chape. Sponsor e partner compresi. Anche noi di B-rent, in particolar modo le stazioni capitolina di Roma Monteverde, Roma Termini e Roma corso di Francia, abbiamo voluto condividere gli stessi valori di solidarietà e fratellanza espressi nell’amichevole investendo nella stessa e a favore della ricostruzione di una realtà calcistica che merita lustro e risultati.

campagna_sponsorBeneventoCalcioOttimizzLast-05

B-Rent accompagnerà il Benevento Calcio in serie A

E’ ufficiale! B-Rent accompagnerà il Benevento Calcio nella lunga scalata della serie A. Gli accordi tra la nostra azienda di noleggio auto numero uno in Campania e la squadra sannita per la prima volta in serie A, sono stati messi nero su bianco in concomitanza proprio con la pubblicazione del calendario dei match per la stagione calcistica 2017/2018. La prima giornata, in calendario il 20 agosto, vede il Benevento in trasferta al Marassi contro la Sampdoria. Una sfida che vedrà gli uomini di Vigorito impegnati a dimostrare il grande valore degli stregoni in un campo, e non solo quello da gioco, ma anche in senso più esteso di campionato, finora mai varcato. Per poter ammirare poi la compagine allenata da Baroni tra le mura amiche oltre che il restilyng completo dello stadio Vigorito, occorrerà attendere la seconda giornata, il 27 agosto contro il Bologna e la terza contro il Torino. Una sfida che B-Rent accoglie e supporta, convinta com’è delle enormi potenzialità che il Benevento può esprimere in campo. Una stagione ricca di eventi che culminerà di sicuro con il grande derby campano, quando gli uomini di Sarri saranno i padroni di casa per la 4a di campionato. La sfida tanto attesa con i rivali del Crotone ci sarà alla 6a fuori casa. I campioni di Italia della Juventus ospiteranno invece gli stregoni alla 12a giornata. Le milanesi saranno entrambe in casa nel girone d’andata: Inter alla 7a e Milan alla 15a; anche le romane verranno affrontate entrambe in casa durante l’andata: Benevento – Roma alla 5a e Benevento – Lazio alla 11a. Nelle ultime tre giornate, dopo lo scoglio Milan alla 15a, ci saranno SPAL, Genoa e Chievo: avendo già affrontato le grandi nelle giornate precedenti, si presenta dunque quindi un trittico non proibitivo che consente di poter accumulare un buon numero di punti. E mentre si attende il fischio d’inizio di un campionato che per gli stregoni è quanto mai esaltante, continua la telenovela Kishna, anche se starebbe volgendo al termine. Il Benevento si sente sicuro perchè il presidente Vigorito, che ha dichiarato di stare cercando innesti di qualiità, ha ottenuto il via libera da Lotito, numero uno della Lazio. L’accordo è stato ribadito nella giornata di ieri a margine del calendario di Serie A. Mancano solo dei dettagli da sistemare con Mino Raiola, manager dell’olandese. In realtà a Kishna ci sta pensando anche l’Hellas Verona: il club veneto sta pressando il procuratore. Il Benevento, dall’altro lato, è abbastanza tranquillo, lavorerà anche per sfoltire la rosa e per piazzare il colpo Brignoli via Juventus. Chissà dunque quali saranno gli sviluppi delle prossime settimane e soprattutto quali saranno gli sviluppi di questo nuovissimo campionato. Quello che è certo è che almeno su gomma, la strada del Benevento Calcio è spianata, grazie a B-Rent.