post_Articolo_Linkedin_Febbraio_2018

Noleggio auto: i fattori della crescita

Con la progressiva uscita dalla “Grande Crisi” abbiamo assistito, nel quadriennio trascorso a una differente domanda del bene automobile. Il periodo 2014-2015 è stato certamente contraddistinto da una evidente richiesta da parte dei privati che troppo a lungo erano stati limitati nei processi di sostituzione delle autovetture, poiché pressati da una irragionevole fiscalità e dalle forti incertezze sul lavoro. Al contrario il 2017 ha rappresentato l’anno d’oro del noleggio auto, regalando al settore automotive un ambizioso record: 432.000 nuove targhe di autovetture, livello da primato per il settore. Aggiungendo poi i 55.000 veicoli commerciali, si sale a 487 mila immatricolazioni, nuovo picco storico. Molto è dovuto al super ammortamento, che è stato nel biennio 2016-2017, il volàno che ha sollecitato l’auto aziendale in generale.

Nel comparto del noleggio a breve termine è dimostrazione del trend positivo l’ultimo trimestre 2017. +26%, un aumento a doppia cifra che insiste da vari mesi dell’anno scorso. Tradizionalmente l’ultimo trimestre annuale è il momento di riduzione della flotta, dopo i picchi della stagione estiva. Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre appena trascorsi è stato invece annotato un aumento del 50% rispetto allo stesso trimestre di riferimento dell’anno scorso, passando dalle 10.000 unità del 2016 alle 15.000 del 2017. I volumi in questo periodo non sono dovuti ad un aumento di ulteriore domanda turistica e di business, bensì dai rapporti peculiari con il mondo delle Case e dei concessionari, probabilmente grazie a maggiori sconti ed alle opportunità dei livelli di mercato. Ne è derivato per alcuni operatori un’anticipazione del cosiddetto inflottamento previsto per il 2018: ciò avrebbe dovuto condurre a ritenere che gli andamenti delle immatricolazioni dei primi mesi del nuovo anno sarebbero state inferiori agli stessi mesi del 2017. Eppure secondo i dati ufficiali di Aniasa e quelli elaborati da Unrae, il mercato auto nazionale inizia bene anche il 2018, aumentando del 3,4% le immatricolazioni registrate dal Ministero dei Trasporti, invertendo dunque ogni previsione. Il totale di nuove registrazioni è stato pari a 179mila le 173 mila di gennaio 2017.

Continua il trend positivo anche delle flotte aziendali, ormai stabili nella rappresentanza superiore al 40% del mercato con il noleggio posizionato tra il 22-23%. Anche senza superammortamento il noleggio aumenta del15,5%. Il lungo termine procede infatti sempre come un diesel con velocità costante: anche se l’ultimo trimestre non ha visto l’impennata immaginabile con la fine del super ammortamento, gennaio 2018 vede il noleggio a lungo termine aumentare il numero dei contratti, circa il 9%, ben oltre il doppio del mercato tradizionale. Le previsioni di vari centri studi prevedono peraltro che il comparto continui a crescere, quasi sicuramente con percentuali meno alte rispetto al 2017, arrivando comunque vicino alle 260.000 targhe. Il mancato rinnovo del superammortamento per i beni strumentali non sembra al momento quindi incidere sui volumi del noleggio, in persistente ascesa.