roma-Chapecoense

Roma – Chapecoense, gara di solidarietà

I valori di solidarietà e fratellanza sempre vivi nel cuore della Capitale. È stato questo il senso del mach che si è disputato venerdì scorso all’ Olimpico tra la squadra di Di Francesco e i brasiliani della Chapecoense. Alla presenza del sindaco Virginia Raggi e davanti agli occhi visibilmente emozionati di Francesco Totti, che per l’ occasione ha ricevuto anche dal presidente della squadra brasiliana una maglia della Chapecoense e una targa commemorativa, si è dunque celebrato un omaggio alla squadra di Santa Catarina, ‘cancellata’ lo scorso 28 novembre dalla caduta del volo LaMia 2933 nei pressi di Medellin in cui persero la vita 71 dei 77 passeggeri a bordo, di cui 19 della squadra brasiliana. Tra i sei sopravvissuti tre soli calciatori: Alan Ruschel, in campo con la fascia da capitano al braccio e in gol anche lui dal dischetto, Neto, e Jakson Follman che dopo aver perso la gamba nella sciagura è diventato ambasciatore del club e in campo dà il simbolico calcio d’inizio alla serata di festa. Tra gli appalusi dei circa 10 mila spettatori dell’Olimpico è Fiorenzi, di nuovo in campo dopo l’ infortunio, a sbloccare il primo tempo con un gol dal dischetto. Il raddoppio arriva con Perotti e ancora di Antonucci su rigore, il 3-0 prima dell’intervallo. La ripresa si apre poi con la doppietta dello stesso Antonucci, ma soprattutto col tiro dagli undici metri di Alan Ruschel, il ‘sopravvissuto’ che dopo il gol indica il cielo dedicando la rete ai compagni scomparsi. Al di là del risultato in campo però la Roma esce campionessa in solidarietà, avendo deciso, anche con il sostegno delle istituzioni, di devolvere l’intero ricavato dell’ amichevole alla squadra carioca. “Todos Juntos”, dunque, esattamente come si legge sulla maglia simbolo della Chape. Sponsor e partner compresi. Anche noi di B-rent, in particolar modo le stazioni capitolina di Roma Monteverde, Roma Termini e Roma corso di Francia, abbiamo voluto condividere gli stessi valori di solidarietà e fratellanza espressi nell’amichevole investendo nella stessa e a favore della ricostruzione di una realtà calcistica che merita lustro e risultati.