post_campagna_abbandono-04

Porta Fido in vacanza scegliendo di noleggiare un’auto della nostra flotta

Il caldo torrido di agosto è cominciato e con lui anche gli esodi di massa dei vacanzieri. Ed è in questo preciso momento dell’anno che si pone, per molti viaggiatori, il problema di dove sistemare gli amici a 4 zampe. Se l’albergo per Fido non è la soluzione giusta alle vostre esigenze economiche, o più semplicemente temete di soffrire il distacco, l’alternativa è portare Fido con voi! Scegliendo di noleggiare un’auto della nostra flotta, senza particolari obblighi, potete tranquillamente scegliere di viaggiare insieme al vostro amico peloso. Il trasporto degli animali in auto è contemplato dal Codice della Strada, ma con alcune regole dovute alla sicurezza: quando si è alla guida bisogna avere la massima concentrazione sulla strada e sulla circolazione delle altre vetture attorno a noi, quindi occorre assicurarsi che gli animali siano posti in sicurezza sia per la loro incolumità, sia perché non diventino fonte di distrazione per il guidatore. In particolar modo questo aspetto viene normato dall’art. 169 del Codice della Strada, dedicato al trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore, che indica che è sì possibile viaggiare con animali in auto, ma ad alcune condizioni: si possono trasportare in auto soltanto animali domestici; si può viaggiare con più di un animale contemporaneamente, ma a patto che siano in apposito trasportino, oppure si trovino nel vano posteriore dell’auto diviso da una rete. Nel caso in cui viaggiate con gatti, ricordatevi quindi che è sempre il caso di utilizzare dei trasportini di plastica che possano essere confortevoli e magari utilizzate anche i cuscini normalmente usati per la loro cuccia in casa, in modo che possano trovare un ambiente familiare in cui attenuare lo stress del viaggio. Nel caso in cui viaggiate con cani, potrebbe esservi utile utilizzare qualche accessorio auto come i teli protettivi per i sedili, ma se viaggiano sul sedile posteriore e non in trasportino o nel vano posteriore con rete divisoria, assicuratevi che la pettorina sia ben collegata alle cinture di sicurezza apposite per cani, in modo da poter guidare in sicurezza senza rischiare che il vostro amico a quattro zampe salti da un sedile all’altro o si intrufoli tra le vostre gambe, diventando così un ostacolo e magari causando un incidente. Si può trasportare 1 solo animale domestico (sui sedili posteriori o nel bagagliaio) assicurandosi che non disturbi la guida e non limiti la visuale del guidatore. In questi casi, soprattutto per il trasporto di animali di taglia medio/grande, è possibile dotarsi di cintura di sicurezza per animali, in vendita nei negozi dedicati. Ovvio che un animale di grosse dimensioni costituisce un disturbo e un potenziale pericolo maggiore rispetto alle taglio medio/piccole. Ma è altrettanto chiaro che un animale lasciato libero nell’abitacolo costituisce sempre un pericolo: vuoi una frenata improvvisa o una distrazione per rischiare di mettere a repentaglio la nostra vita, quella del nostro amico a quattro zampe e quella di eventuali passanti.

È consentito il trasporto di un numero superiore di animali domestici, a patto che si rispettino le seguenti indicazioni: siano sistemati in apposite gabbie o contenitori, che stiano sui sedili posteriori o che l’auto sia dotata di rete divisoria. Nel caso si utilizzi il cosiddetto trasportino è da preferire in plastica piuttosto che in ferro, per evitare che i nostri amici si possano far male durante il viaggio. Il trasportino è l’unico mezzo di trasporto sensato, ammesso e ammissibile per i gatti. E’ buona regola mettere Fido, o chi per lui, in condizione di abituarsi per tempo a viaggiare chiuso in uno spazio risicato. Poi è anche necessario fissare il contenitore in modo stabile e sicuro per evitare lesioni in caso di incidente o eccessiva agitazione dell’animale durante il viaggio. Inoltre, utilizzare il Kennel (ovvero il trasportino detto in gergo tecnico) serve anche a limitare la visione del paesaggio in movimento, una delle principali cause di stati di agitazione e ansia per i nostri amici: stati che risultano ridimensionati dall’effetto tana che il trasportino riesce a dare a Fido & Co. Nel caso si utilizzi la rete divisoria, il nostro amico fedele avrà a disposizione uno spazio più ampio e probabilmente tanto basterà per farlo viaggiare in piena serenità e senza alcun tipo di disturbo, ma ancora una volta il buon senso ci dice che dovremmo anche assicurarlo all’auto con la cintura di sicurezza dedicata. E ovviamente, oltre le regole del Codice della Strada, ricordiamoci anche di:

• avere con te i documenti del cane
• portare acqua a sufficienza per dissetare Fido (soprattutto nel caso di viaggi lunghi)
• evitare di somministrare del cibo prima della partenza
• assicurare un ricircolo d’aria (non quella condizionata!) in auto
• prevedere delle fermate per far sgranchire le zampe ai nostri amici (soprattutto se costretti nei trasportini).
Tutto pronto dunque, godetevi il viaggio in compagnia di Fido, portalo con te in vacanza!