forum economico mondiale

Tra tredici anni non saremo proprietari di nulla, noleggeremo tutto

Un nuovo studio riportato dal Forum economico mondiale (World Economic Forum) analizza lo stile di vita urbana nel 2030 e prevede le persone in possesso di molto meno prodotti rispetto a oggi: in pratica i prodotti diventeranno servizi. Non si acquisterà più un’auto, un’attrezzatura fotografica, un drone, ma si noleggeranno.

Già oggi le persone acquistano meno prodotti: possedere una videocamera pagata un mucchio di soldi e vederla inutilizzata per la maggior parte del tempo è diventato uno spreco di soldi e di risorse. Lo stesso discorso vale per i prodotti lussuosi, basti pensare che il CEO di Gulf Craft, uno dei più importanti produttori di yacht di lusso, si aspetta in futuro molte più persone a voler utilizzare uno yacht, ma molte meno a volerlo possedere.

Saranno soprattutto i Millennials a spingere questa nuova tendenza: televisori, automobili, accessori di lusso non sono più un must per le nuove generazioni che preferiscono utilizzare modelli pay-as-you-go dove paghi solo per quelli che consumi e investire il proprio budget in “esperienze”: una serata al cinema, però, è possibile solo se ci sono proiettori, mobili, macchine per pop-corn ecc e altre attrezzature che potrebbero essere a loro volta noleggiate (la c.d. economia dell’esperienza).

Anche lo spazio a nostra disposizione è sempre meno e riporre i prodotti acquistati può diventare un ulteriore costo in acquisto (o noleggio) di box, capannoni, armadi, ecc., per non parlare poi dei problemi economici che spingeranno sempre più verso uno shopping responsabile con prodotti che, grazie alla condivisione, avranno un ciclo di vita minore ma potranno essere utilizzati sempre “a tempo pieno”.