Archivio mensile:giugno 2017

best-car-rental

Noleggio a lungo termine: le aziende top 16 su scala nazionale

La tendenza appare ormai marcata, anche perché non c’è altra formula di utilizzo dell’auto che permetta di sgravarsi di tutti gli oneri che riguardano la proprietà. Il noleggio auto a lungo termine, o rent a car, sta guadagnando terreno nei confronti del leasing perché non ci sono spese d’acquisto e di manutenzione, tasse automobilistiche e assicurazione da pagare, preoccupazioni per soccorso stradale, riparazione o sostituzione del mezzo in caso di imprevisto. Tutte agevolazioni che la formula del leasing e l’acquisto non permettono, comportando peraltro spesso anche spese superiori. Sottoscrivendo un contratto di noleggio a lungo termine si prevede una rata mensile per un periodo prestabilito, che abitualmente va da 12 a 60 mesi, rispettando un limite massimo di percorrenza nel periodo, variabile in funzione dell’ammontare della rata stessa. Il superamento del chilometraggio indicato in fase di contratto comporta di solito il pagamento di apposite penali, di irrisorio valore. Chi utilizza un veicolo con la formula del noleggio a lungo termine si deve dunque, alla fine, preoccupare di pagare solo le spese per il carburante.
Ormai quasi tutti i marchi automobilistici sono in prima linea nella fornitura di flotte e della loro gestione. Nell’ordine possiamo citare per primo il gruppo Audi-Volskwagen, che comprende Seat e Skoda, con un’offerta completa per aziende, gestione delle flotte e servizi. BMW, e quindi Mini, comunque all’interno del gruppo bavarese. La Mercedes è attrezzatissima anche nel settore dei veicoli da traporto e da lavoro mentre il gruppo FCA propone il servizio Fleet. In aggiunta ci sono poi praticamente tutte le altre Case, spaziando da Jaguar o Lexus a generaliste quali Opel, Renault.
Anche in concomitanza con la crisi dell’auto, la gestione delle flotte sta assumendo sempre maggiore importanza, pure se in Italia quelle con un parco di oltre 100 unità non sono poi moltissime, per un ammontare dell’ordine di un migliaio. In Italia, la stragrande maggioranza delle flotte è costituita da un gruppo di veicoli che varia da 2 a 20 unità. Secondo quelli che sono i dati diffusi dall’ANIASA (Associazione Nazionale dell’Industria dell’Autonoleggio) i veicoli in regime di fleet management sono saliti nel 2016 a 350.030 contro 290.193 del 2015 e 245.454 del 2014. Il fatturato è salito da 54,4 milioni di euro ad oltre 65 milioni, con un apporto importante da parte della Pubblica Amministrazione. Per quanto riguarda la tipologia di contratto, la formula del noleggio a lungo termine è scelta quasi dal 100% delle aziende di dimensioni maggiori, e comunque anche da una grandissima percentuale di quelle che hanno un parco veicoli compreso tra 10 e 40 unità. Tra le maggiori aziende per grandezza della flotta e diffusione sul territorio nazionale svettano ALD Automotive, Alphabet Italia Fleet Management, Arval Service Lease Italia, Athlon Car Lease e Auto no Problem. E ancora, B-Rent, che ha raggiunto un traguardo notevole in meno di 6 anni dalla fondazione, Car Service, Elettro NLT, G-Rent e Lease Plan, Leasys, Locauto, Mercedes Benz Charterway, Mercury e Trevirent e infine il gruppo tedesco legato al produttore di auto Volkswagen Leasing GmbH.

ischia-film-festival

Al via la 15esima edizione dell’Ischia Film Festival: al Castello Aragonese la kermesse cinematografica dedicata al territorio.

Come ogni anno, da ormai 15 anni, riprende, nella splendida cornice del Castello Aragonese l’Ischia Film Festival, il concorso cinematografico internazionale durante il quale vengono proiettate opere scelte da tutto il mondo “che valorizzano, attraverso il racconto filmico, l’identità culturale e paesaggistica di un territorio”. Per questa quindicesima edizione, che parte ufficialmente il 24 giugno fino al 1 luglio, una giuria internazionale assegnerà premi tra i quali l’ambito “Ischia Film” al lungometraggio, documentario o cortometraggio delle rispettive sezioni, oltre a premi al miglior regista, al miglior scenografo e al miglior direttore della fotografia. Il Festival è il primo appuntamento dedicato alle location del cinema e, questa sua particolarità, ha fatto sì che l’evento diventasse nell’arco di pochi anni un appuntamento significativo con il cinema internazionale. Un programma ricchissimo che i direttori artistici dell’Ischia Film Festival Michelangelo Messina e Boris Sollazzo sono felicissimi di avere costruito, quest’anno, di concerto con Sky: una sinergia che proietta il festival nel futuro del prodotto audiovisivo e del concetto di festival stesso. Eventi che dovranno sempre di più andare incontro ai gusti e alle esigenze di un pubblico che sta cambiando, così come sta cambiando il concetto stesso di cinema, sempre più vicino a film della durata di 8 ore da fruire a puntate, ma possibilmente sul grande schermo e condividendone l’esperienza. Un appuntamento serale quotidiano è stato dedicato a due delle migliori serie dell’anno programmate da Sky: The Night Of, introdotta dal premio IQOS alla carriera di questa 15esima edizione, John Turturro, protagonista insieme a Rhiz Ahmed di una delle più belle sorprese della stagione, scritta e diretta da Steven Zaillian e prodotta da HBO. Il racconto degli anni di Tangentopoli e dell’ascesa di Silvio Berlusconi ha appassionato il pubblico televisivo che già attende con ansia la prossima stagione per scoprire cosa succederà a Leonardo Notte e agli altri personaggi che si aggirano in un’Italia lontana 25 anni, eppure ancora così vicina. C’è spazio anche per una grande anteprima sotto il cielo di Ischia, la prima puntata di Riviera, serie ideata dal premio Oscar Neil Jordan, regista di grandi film come “La moglie del soldato” e “Intervista col vampiro”. Interpretata da Julia Stiles, già partner del serial killer Dexter in una delle più belle stagioni della serie, Riviera è una serie poliziesca sorprendente e appassionante che accompagnerà il pubblico di Sky Atlantic a partire dall’11 luglio. L’appuntamento per il pubblico di Ischia è invece fissato per il 29 giugno. C’è spazio anche per quattro appuntamenti con i grandi documentari di Sky Arte: si parte domenica 25 giugno con “Perchè sono un genio”, la storia della regista Lorenza Mazzetti, fondatrice del movimento del Free Cinema britannico negli anni Cinquanta. Il giorno dopo, lunedì 26 giugno, la Piazza d’Armi del Castello Aragonese ospiterà Federico Buffa, che in compagnia del Programming Manager di Sky Arte Guido Casali presenterà Graffiti a New York, un viaggio nel mondo dei writers della Grande Mela. Martedì 27 giugno sarà la volta di Andrea Pazienza: fino all’estremo, un doveroso e sentito ricordo di uno dei più grandi fumettisti italiani, artista straordinario prematuramente scomparso. Infine, mercoledì 28 giugno sarà la volta di Blow up, un documentario che esplora i dietro le quinte dell’intramontabile capolavoro di Michelangelo Antonioni. L’Ischia Film Festival, sostenuto da Mibact, Siae e Regione Campania, ha già annunciato, attraverso i direttori artistici Michelangelo Messina e Boris Sollazzo, la presenza di John Turturro, cui sarà assegnato un premio alla carriera, e Claudia Cardinale, musa ispiratrice dei più grandi registi del cinema italiano, da Mario Monicelli a Federico Fellini, da Sergio Leone a Luchino Visconti. Già icona dell’ultimo festival di Cannes, la Cardinale presenzierà alla retrospettiva dedicata al compianto Pasquale Squitieri, con il quale lavorò in otto differenti film, e parlerà – nella serata del 29 giugno – del suo ultimo film, “Nobili bugie”, con l’esordente regista Antonio Pisu. Anche quest’anno B-Rent è sponsor tecnico dell’Ischia Film Festival: da sempre l’azienda patrocina manifestazioni culturali di spessore internazionale facendosi dunque portavoce di un settore, il cinema, oltre a quello dell’automotive, che è da sempre uno dei fiori all’occhiello delle eccellenze italiane.

post-aliLauro

Vai a Ischia? Noleggia una vettura eco-sostenibile

Ci siamo: il progetto di Co-Branding che prevede la collaborazione di due colossi della mobilità, finalmente diventa realtà. B-Rent e Alilauro si uniscono infatti in nome dell’amore per l’isola di Ischia, avviando una cooperazione non soltanto nominale, pensata per accrescere esponenzialmente il potenziale turistico dell’isola. Dall’incontro tra terra e mare nasce “OPERAZIONE SURF&DRIVE”, che garantisce a quanti partono dal Molo Beverello di Napoli, utilizzando gli aliscafi della flotta Alilauro, una serie di agevolazioni sul noleggio dell’auto ad Ischia. Ma non è tutto: le tariffe scontate sono indirizzate anche agli ischitani stessi, titolari della Resident Card Alilauro. Per questi ultimi infatti è stata predisposta una scontistica superiore rispetto alle altre, del 20%, proprio per incentivare anche gli abitanti dell’isola a preservarne la bellezza. Non si tratterà infatti di un tradizionale noleggio, ma di una tipologia di rent ecosostenibile. Il paesaggio dell’isola di Ischia, che è al centro dell’intero progetto, è tutelato infatti dalle autovetture Green che B-Rent ha introdotto sull’isola. Una flotta di vetture ibride e ciclomotori di ultima generazione, garantiscono da quest’anno, una tipologia di turismo e di mobilità ecosostenibile.

Come funziona.

La promo è valida per tutti i clienti Alilauro che percorrano la tratta Molo Beverello – Ischia Porto. Una volta arrivati sull’isola e usciti dal Porto, basterà attraversare la strada e recarsi alla stazione B-Rent, sita in Piazza Trieste e Trento N°2, conservando il titolo di Viaggio e mostrarlo al nostro personale. In ogni caso, già sull’aliscafo si possono ottenere informazioni sui vantaggi derivanti dal Co-Branding, mediante il materiale informativo disponibile all’interno dei copritesta delle sedute. Per quanti invece procedessero alla prenotazione online del voucher elettronico Alilauro, si potrà accedere agli sconti o prenotando il veicolo mediante il link diretto al sito B-Rent oppure utilizzando la stessa procedura prevista per i titoli di viaggio tradizionali.
Cosa aspetti dunque?
Vai ad Ischia? Lascia l’auto a casa. Noleggiala con B-Rent.

immagine-copertina-articolo-fl

Cerimonia di premiazione del Football Leader: tutti i protagonisti dell’evento

Grande successo per la cerimonia di premiazione dei Football Leader 2017, i riconoscimenti assegnati dall’Associazione Italiana Allenatori (AIAC) ai protagonisti del mondo del calcio che maggiormente si sono distinti nel corso della stagione. La serata, condotta da Ornella Mancini e Gianluca Gifuni è stata aperta da Maurizio Casagrande che ha recitato ‘El mister’, un estratto del libro “Futbol” di Osvaldo Soriano. Tra i protagonisti del galà organizzato dalla “DGS Sport&Cultura”, che si è tenuto nel tardo pomeriggio del 6 giugno scorso presso l’auditorium dell’Hotel Royal Continental di Napoli, Edinson Cavani, Aurelio De Laurentiis, Fabio Quagliarella, Cristiano Giuntoli, Arrigo Sacchi e Simone Inzaghi. Tra i più emozionati proprio l’attaccante uruguaiano, che non è riuscito a nascondere tutta la sua commozione al momento della premiazione cosi come la forte volontà di tornare a Napoli per stare vicino ai suoi figli. Stesso stato d’animo anche per Fabio Quagliarella, premiato sul palco dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris e Maria Celentano proprio con il premio Dino Celentano per la vicenda di stalking che lo vide protagonista e che lo costrinse a lasciare il Napoli e la sua terra d’origine. Loquace come sempre, invece, il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, che è stato insignito del premio ‘Financial fair play’ per il terzo anno consecutivo, premiato dall’assessore all’istruzione e alle politiche sociali della Regione Campania Lucia Fortini e dall’assessore al lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri.
Dalle mani di Gianni Di Marzio il premio ‘Scouting leader’ è andato a Cristiano Giuntoli che ha colto l’occasione per ringraziare il presidente, la proprietà e Chiavelli. Il ds ha condiviso il riconoscimento con il reparto scout e Maurizio Sarri che ha valorizzato il lavoro dell’intero team.
Il ‘Premio alla carriera’ di Football Leader 2017 è stato invece assegnato a mister Arrigo Sacchi, che ha apertamente dichiarato:”Il Napoli mi diverte molto, mi emoziona. Una squadra che sembra di essere di un’altra categoria. Se sbagliano, pagano. Però sono loro che fanno il gioco. Mi auguro che possano continuare. Questo è un paese dove i giocatori sono molto idolatrati, ci credono. Non vorrei perdessero l’entusiasmo. Quando si scontra egocentrismo e intelligenza spesso vince il primo. Il calcio interessa miliardi di persone perché si evolve velocemente. Uno può diventare vecchio in un anno se non si evolve. Chi è curioso si apre al futuro. Io ero molto curioso. Sin da bambino ho amato il Real e le squadre che dominavano. Baresi è stato un vero leader. Silenzioso ma un vero leader nell’esempio, la professionalità, la passione e l’impegno”. A premiarlo Renzo Ulivieri e Fabio Capello.
L’US Sassuolo si è aggiudicata il premio ‘Fair Play”. Ha ritirato il riconoscimento l’Ad Giovanni Carnevali: un premio alla squadra, al club, alla società. Premiato ‘Giocatore rivelazione’ Fernandez Suso del Milan. Non potendo essere fisicamente presente, ha ritirato per lui il premio Franco Baresi. A premiarlo Luigi Garlando redattore capo de la Gazzetta dello Sport.
Tra un premiato e l’altro, è intervenuto anche Andrea Checcarelli, il giovane allenatore della ‘Real Virtus’ autore di una splendida lettera indirizzata ad un genitore sull’importanza della scuola calcio: “Abito in un paese di periferia dove giochiamo per stare insieme e perché c’è poco da fare. L’importante è non perdere il contatto con la realtà e fare qualcosa di importante per la squadra e non solo per sé stesso”. Il ‘Leader under 21’ è Federico Chiesa, non il sala perché impegnato con la nazionale. Ritira il premio il padre Enrico. Il decimo riconoscimento della serata va al ‘Leader serie B’ Leonardo Semplici, Ct della Spal che in due anni ha fatto un percorso eccellente, sorprendendo in lungo e in largo per qualità e risultati.
Ha infine chiuso la rassegna dei premi il ‘Leader per sempre’ Antonello Venditti, per il grande amore dimostrato tanto per il calcio quanto per la musica, entrambi sinonimi di arte e armonia. Un continuo susseguirsi di emozioni che hanno raggiunto il loro culmine alla cena di gala al Bertolini’s Hall, con lo splendido sfondo del corso Vittorio Emanuele di Napoli. Non solo lustrini comunque. Quello che è emerso al Football Leader di quest’ anno è stata la chiara impronta sociale: tanto dall’incontro al carcere di Poggioreale tra Capello, Di Marzio e Tardelli e 120 detenuti quanto dal sostegno del progetto “La casa di Alice” della Fondazione «Carmine Gallo Onlus», un’iniziativa a favore delle famiglie dei bambini malati di leucemie e tumori ricoverati al “Santobono Pausillipon” di Napoli. L’importanza dell’aggregazione, del fare squadra anche in contesti difficili e l’investimento sui giovani e sul loro futuro è la chiave del successo. Tanto umano e personale quanto professionale. Ecco perché B-Rent c’è stata, e ci sarà nei prossimi anni.